mercoledì 9 settembre 2009

Viaggio nel Nuovo Ordine Sessuale(Parte 2)


8 commenti:

Giubizza ha detto...

Io credo che molte persone, movimenti e soggetti vari che si sono occupati e si occupano di QM, abbiano assunto un'impostazione ideologica alle loro argomentazioni, e questo ha favorito un processo di degenerazione e sviamento dalle loro intenzioni originarie.

icarus.10 ha detto...

Esatto, Giuby. Per altro loro sono completamente ingabbiati dal Politicamente Corretto di piacere agli altri, di essere "fighi", di fare belle figure, a discapito della Causa per cui a parole dicono di battersi. Si rifiutano di analizzare il disagio maschile in questa società ginarchica. Meglio dire, quindi, che gli stupri siano causati dalla "volontà di dominio" oppure da una non bene precisata "malattia mentale".
Se si vuole combattere un male, bisogna individuarne le cause.

toni ha detto...

Caro Icarus, io sono fermamente convinto che se di QM si può parlare, tu ne stia sottolineandone alcuni aspetti essenziali. La posizione "ufficiale" e maggioritaria mi sembra intrisa di una componente eccessivamente ideologica e carica di personali risentimenti. L'ossessivo piagnisteo sull'affidamento dei figli ad esempio mi sembra connotato da posizioni ideologiche fin troppo simili a quelle assunte dalla controparte. Spero tu vada avanti nelle tue lucide analisi senza tentennamenti.
La verità fa male? Solo a chi non vuole ascoltarla.
Non capiscono o addirittura fraintendono? Sono convinto che molti di loro, temo alcuni anche sulla propria pelle, finiranno prima o poi per comprendere.

icarus.10 ha detto...

La loro posizione ufficiale maggioritaria è una posizione pavida e omertosa, che non risolve nulla. Il loro obiettivo non è la ricerca della verità ma di piacere al nemico.
Ma sì, "la maggior parte degli uomini non stupra". Dimostare questo(come se poi ci volesse assai per dimostrare ciò!!). Questa è per loro la QM.
Che idioti!

Anonimo ha detto...

Ciao amico mio!
Ho seguito in parte alcuni tuoi scambi di vedute con alcuni esponenti della questione maschile.
Fermo restando che rimango del parere che la questione dovrebbe guardarsi dall’ essere influenzata e trascinata in dibattiti strettamente politici e/o ideologici (anche se la questione stessa è per natura storia una questione ANCHE politica),ti esprimo la mia solidarietà e vicinanza soprattutto per il fatto che ad essere colpiti dagli aspetti più retrogradi e psicologicamente violenti del odierno malcostume che viene strombazzato per emancipazione sono i singoli come te e me che cercano di resistere quotidianamente senza alcuno scudo istituzionale o presunto tale.
Lascia perdere,caro Icarus,gli espertoni che spesso si autoproclamano tali,continua per la tua strada e con le tue idee..se poi presso qualche forum non condividono le tue vedute fregatene,ad essere politically correct son capaci tutti e se tu denunci una correllazione tra l’insensato e smodato utilizzo dell’appeal che le curve femminili riscuotono presso chi maschio è e vuole continuare ad esserlo (e ricordiamoci che il recupero del Senso e uno dei cardini della Questione Maschile) per poi venir tacciato di essere “dalla parte degli stupratori” ti ripeto:fottitene!Gli ipocriti e i benpensanti sono spesso proprio quelli che quando hanno risolto i proprio problemi (con le donne) passano poi sull’altra sponda (quella dei maschi pentiti).

Lionheart

icarus.10 ha detto...

Amico, Lion. Ottime le tue considerazioni.
Farò tesoro dei tuoi ottimi consigli.

Giubizza ha detto...

Sarebbe interessante fare anche una panoramica sui rapporti che intercorrono tra movimenti destroidi (tipo la Lega) e alcuni movimenti "maschili" (tipo Maschi Selvatici e Uomini 3000). ;-)

icarus.10 ha detto...

Sì, certo.
Per altro, i connubi ideal-politici di questi movimenti con il bagaglio ideologico Leghista è evidente.
Basta vedere la persecuzione che ho subito per aver denunciato in un topic l' incompatibilità della Lega Nord con l' antifemminismo. Oltre ad avermi calunniato e screditato, mi hanno anche cancellato quel topic. Dava fastidio, era troppo compromettente.