sabato 22 agosto 2009

Viaggio nel Nuovo Ordine Sessuale(I parte)

 

8 commenti:

toni ha detto...

Quale concordia potrà mai esserci tra due generi portatori di esigenze, sensibilità e interessi tanto differenti e a rischio di perenne conflitto e sostanziale incomunicabilità?
Uno dei due, il più debole, dovrà comunque assoggettarsi all’altro o, quantomeno, scendere ad un qualche compromesso.
Per troppo tempo ad essere apparentemente sottomessa è stata la donna ma oggi, come ben vediamo, l’esercito femminile si è rinforzato e le sue armi, praticamente invincibili, le consentono la conquista di territori sempre più vasti e le “pari opportunità”, concetto mediatico-politico prima ancora che valore etico-giuridico, cominciano a rappresentare una remota aspirazione del maschio.

Pari opportunità vuol dire tutto e niente.
Ma se qualcosa significa questo qualcosa è di certo correlato al principio che la legge è uguale per tutto e per tutti.
L’altra sera la giornalista del TG3 raccontava, con evidente indignazione, la sproporzionata ritorsione militare attuata dall’aviazione di Tel Aviv nei confronti dei Palestinesi, rei, questi ultimi, di avere qualche giorno prima, in una azione di guerriglia, ferito leggermente un militare Israeliano: una rappresaglia dunque!
E se la signorina giornalista in questione fosse stata “leggermente” sfiorata da qualche stupido (e sottolineo stupido) molestatore, quali sarebbero state le conseguenze?
E’ pena proporzionata e legittima o semplice rappresaglia appioppare 5,6,7 anni di detenzione a qualcuno per aver palpeggiato qualcuna?
In termini non assoluti, ma in proporzioni relative, le fosse ardeatine non sono cosa molto diversa.

Cosa custodiranno mai di così inestimabilmente prezioso i sederi di queste damigelle?
Il forziere aureo di Fort Knox?

icarus.10 ha detto...

Ottima analisi, Toni.

Anonimo ha detto...

Indubbiamente questa PSF che tu brillantemente esponi Icarus è un'aspetto sottovalutato.Chi critica la provocazione sessuale passa per sfigato/inadeguato,chi la esalta passa per porco,e uqando viene dibattuta in TV si biasima sempre come causa il maschilismo pervasivo e dominante.Nessuno si accorge però che il vero dominio psicologico viene spesso attuato tramite la PSF,"la patata tira" e chi gestisce i media(=potere) lo sa bene.E lo sanno bene anche le donne (il "velinismo" lo conferma)
Lionheart;-)

icarus.10 ha detto...

Ottimo, Lion! Queste femministe dovrebbero metteri il cervello in pace: prima dicono che è loro diritto andare vestite in modo succinto e scostumato e poi chi si permette di criticarle, gli danno del maschilista. Sono dementi. E poi, come dici tu, ci si mette pure il Potere, e la frittata è fatta.
Ciao ;)

giosinoi ha detto...

Manca, a mio sommesso avviso, un lato della faccenda, corrispondente ad un angolo visuale che non modifica la condivisibilità dell'articolo, ma ne evidenzia un lato non considerato.
L'uomo, il maschio, non è più tale, perlomeno come lo intendevano i nonni ed era (è) descritto nei stilizzati report media.
A una grande forza che riesce ad imporsi, corrisponde solo una grande debolezza oltre il normale, oltre la natura umana di per sè mesta.
Se la PSF vede il suo momento più ricavante con i media attuali, forse è anche perchè le teste maschili che vedono le tv e girano per strada sono semi vuote, nonchè incapaci di affermare una identità ed una dignità in altri tempi denominata "uomo".
Uomo non per l'uccello, ma per la capacità di autostima anche se un cesso, purchè istruito e formato: proprio quello che lo stato ci ha negato scolasticamente per poterci burattinare a piacimento usandoci come consumatori e votanti, e null'altro darci.
Il problema ha inizio dalla coda, forse, e la sottomissione dei maschi è un effetto secondario del marketing anche previsto a tavolino da chi ha inseguito il potere semplicemente per avere la patatina (v. premier) e ci ha fregato tutti.
Formiamo uomini, identità forti e degne, corretti ma empi di autostima: la patatina tirerà molto meno, e le cose miglioreranno, "perchè io valgo..."

icarus.10 ha detto...

Giusè, questa analisi sul Nuovo ordine sessuale femminista è a puntate, siamo solo all' inizio.Le tue giustissime osservazioni, sono un anticipazione di ciò di cui avevo già intenzione di parlare prossimamente. Ne trarrò spunto da ciò che hai giustamente sottolineato.

Giubizza ha detto...

Ma secondo me la questione è molto semplice: se una donna viene "approcciata" da un uomo che non la interessa si tratta di "molestia", se invece viene "approcciata" da un uomo che le interessa allora si tratta di un'avance interessante.
Il problema sta nella crminalizzazione delle avances maschili, ossia nel dare alle donne il potere di far passare guai a tutti coloro che ci provano con loro senza che l'interesse sia reciproco.

icarus.10 ha detto...

Esatto giuby, l'uomo deve manifestare solo ciò che la donna vuole. Questo è lo scopo del NOSF