mercoledì 26 novembre 2008

Capito?Anche gli incidenti stradali sono "maschilisti"

26/11/2008
Ecco un altro esempio di "parità" femminista. Trascrivo l'articolo di giornale. I commenti in rosso, nelle parentesi quadre, sono mie:

"Le prime a sperimentarlo saranno mille donne milanesi. Nella loro auto sarà inserito un piccolo trasmettitore GPS, in grado di affrontare i rischi che in generale le donne corrono sulle strade: incidenti, guasti meccanici, peggio ancora, aggressioni e atti di violenza. Il progetto pilota, presentato ieri a Milano dal ministro Mara Carfagna e dal sindaco meneghino Letizia Moratti, è sostenuto dalla fondazione Ania: per tre anni si assumerà tutti i costi[prima di delegarli, poi allo Stato, con i soldi dei contribuenti, soprattutto maschi]. 


Presto sarà esteso anche a Roma e a Napoli.. Come funziona. In pratica nelle auto delle donne sarà installata una "scatola rosa", collegata 24 ore su 24 al soccorso stradale e alle centrali delle forze dell' ordine. In caso d' incidente, il dispositivo è in grado di far scattare automaticamente la richiesta d'aiuto[e se è un uomo, che crepi pure]. 


Ma oltre a questa funzione, la scatola rosa si attiva anche su chiamata, tramite pulsante e un telecomando, per permettere alle donne che si trovino in una situazione di difficoltà o pericolo, di lanciare un Sos. Realtà frequenti, come dimostra uno studio mdell' Ania relativo agli incidenti stradali: nel 2007 sono state 1.005 le donne vittime di incidenti mortali[di uomini, invece, ne sono stati 4100]"

Avete capito bene?Se una donna si troverà con l'auto in panne, oppure ferita in un incidente stradale, grazie al GPS, usufruirà di soccorsi speciali e immediati,che invece i "colpevoli" di appartenere al genere maschile non potranno avere e che dovranno, quindi, arrangiarsi, con la speranza che nelle vicinanze ci sia qualche telefono d'emergenza, o che qualche automobilista pietoso chiami un' autoambulanza.

Perchè questa disparità di trattamenti? Semplice, perchè c'è il "maschilismo che opprime le donne". Infatti, anche le donne, quando si trovano in auto, possono trovarsi con il motore guasto, o peggio, essere vittime di sinistri stradali. Poverine. Quindi anche i motori, le candele, o le gomme dell' auto sono maschiliste perchè "osano" guastarsi anche quando al volante ci sono le donne.Si sa, queste cose devono accadere solo ai maschi, quindi,come si permettono di colpire anche le donne?!

Sono tutti maschlisti, e non solo i maschi, ma anche la natura, anche il caso, anche la probabilità..anche il motore a scoppio, anche i virus, anche la benzina, anche l'inquinamento bla,bla.Tutto e tutti ce l'hanno con le donne. Loro che sono "creatutre angeliche", le quali "non vanno toccate nemmeno con un fiore", perchè sono sempre buone, incapaci di concepire il male, che non calpestano mai i sentimenti, che non tradiscono mai, che non lasciano mai i loro mariti, che non divorziano mai.

Ma perchè, quindi, tutto questo accanimento nei loro confronti? E come se non bastasse,anche gli incidenti stradali sono maschilisti perchè osano "accadere" anche quando al volante ci sono le appartenenti al "gentil sesso. L'articolista dice, con rammarico, che nel 2007 vi sono state 1005 donne vittime di sinistri stradali. Di uomini, però, ne sono morti in un numero ben 4 volte superiore, ma-si sa- questa società è così "maschilista" che la vita degli uomini vale molto meno delle donne. E' questa la "parità" dei sessi.
http://www.fondazioneania.it/index.asp?a=progetti&b=scatola_rosa

9 commenti:

dredd66 ha detto...

Ma di cosa ci lamentiamo??? Da tempo si sa che gli uomini sono cittadini di serie B, i paria! Altro che casta politica! La casta che andrebbe smatellata è quella femminile!
Anche se, d'altronde, se ci pensi, è davvero altissimo il numero di donne violentate da uomini che si infilano nelle auto, magari quando, sai... il semaforo è rosso da un po', vedi una bella gnocca nell'auto di fianco a te ed è normale entrarle dal finestrino per entrare dentro lei subito dopo, no??? E chi non lo fa?? Lo sapevi che le donne che hanno subito questa forma di violenza, in Italia, sono duecentotrentamilioni? Si si hai letto bene DUECENTOTRENTAMILIONI DI DONNE IN ITALIA HANNO SUBITO VIOLENZA DA UOMINI CHE SI SONO INTRUFFOLATI NELLE LORO AUTO!! aLCUNI ANCHE IN PRESENZA DI FINESTRINO CHIUSO!! Ahò... non scherziamo!! Che maiali sti maschi! Per non dire di quelle che hanno subito violenza dalla LEVA DEL CAMBIO!!! Infatti è per questo che hanno inventato il cambio automatico, con una leva più piccola, non più in grado di violentare una donna! ERa ora, Evviva le auto con il cambio automatico!! Sono "woman friendly" per eccellenza! Ah! Ho allo studio una scatola rosa, con bordi marrone e giallo da mettere nei bagni, di modo che se un maschio si infila nella tazza e prova a toccare il sedere o infilare un dito nella bernarda di una di queste mentre urinano o defecano, si possa avere uno strumento collegato direttamente con: stazione dei carabinieri più vicina, Questura, Comando dei Parà di Pisa, NOCS, Caschi Blu, e palazzo dell'Onu per ricevere aiuto! Sto pportando avanti anche, in merito, contatti con Al Qaeda!!
PS... e tutto questo alla facciazza della crisi economica!

AntiFeminist ha detto...

Dopo il taxi rosa, ci mancava proprio questa "scatola rosa" col GPS. Incredibile poi che questa proposta sia stata presentata da una Ministra (delle Pari Pompe) e da una Sindachessa.

Ennesima prova che le femmine in politica ci entrano solo per fare gli "interessi di categoria": la loro. Da destra a sinistra son tutte uguali, pensano solo ai cazzi loro, spendendo però i soldi delle tasse dei cittadini (soprattutto maschi) per avvantaggiare il loro Genere di appartenenza.

I politici maschi invece si fanno le leggine per i loro quattro amichetti mafiosi o per evitare processi e "intercettazioni telefoniche". Mai che spendano qualche soldo per finanziare una ricerca sulle cause dei suicidi maschili o che facciano qualcosa di serio per le morti sul lavoro (anche queste per il 93% maschili).

Ciao

ps. hai visto il merdoso teatrino di Liberazione ? Praticamente stanno facendo un "Carnevale di Rio" per la vittoria di Luxuria all'Isola dei Famosi...

Attila ha detto...

@Antifeminist: Non so più..destra e sinistra e centro, divisi su tutto, ma sul concedere privilegi su privilegi alle donne, sono tutti uniti e compatti. Ma mi chiedo: nessuno eccetto noi quatrro gatti ha qualcosa da dire? Ho fatto leggere questo articolo a miei conoscenti(maschi): essi sono d'accordo a questa proposta, dicono che "la donna va protetta di più". Ciao

p.S: sì, purtroppo, ho visto l'elogio di Liberazione per luxuria sull' isola dei famosi. Cacciano giornalisti veri e battaglieri come Grimaldi e accolgono questa luxuria e quella cagata di trasmissione. Che pena! Ciao

@Dredd6:ahahahaha...il GPS installato sulla tazza del cesso!!Magari, con un collegamento punto-punto Cesso-Satellite! Crisi economica? appunto, queste "scatole rose" saranno finanziate dai contribuenti(che in maggior parte, come sappiamo sono maschi). 230milioni? beh..non mi stupisce, fra poco diranno che le donne rappresentano l'1% della popolazione, potrannop finalmente affermare di come siano maschilisti gli spermatozoo.

AntiFeminist ha detto...

Segnalo questo:

http://www.corriere.it/salute/08_novembre_27/anoressia_sito_97949f2c-bc85-11dd-88c4-00144f02aabc.shtml

Altra MinistrA (Giorgia Meloni, PDL), altra iniziativa volta ad aiutare solo le donne.

"La prevalenza dell’anoressia, malattia tipicamente femminile, è di circa 0,5% tra le donne."

Ciao

Attila ha detto...

..grazie per la segnalazione. Vi sono tante malattie tipicamente maschili di cui a nessuno frega un cazzo.

Vargan ha detto...

Prima volta che scrivo qui. Ma mi sembra molto ben frequentato.

Nonostante siamo sulla stessa barca ti posso fare un paio di critiche?

Mi sembra che in certi tuoi post non cia sia molta differenza di contenuti rispetto ad un sito femminista.

Ora non voglio manco metterti lontamente a paragone con loro.

Posso infatti capire che a parlare sia una questione di amarezza ed impotenza di fronte ad una serie di menzogne e di schemi di pensiero contorti oramai fortemente adesi alla nostra società.

Ma credo che fondare il partito uguale ma contrario al movimento femminista sia controproducente.
Meglio sarebbe un movimento antagonista.

Non staremo infatti correndo il rischio di vedere i sassolini diventare montagne perchè siamo troppo abituti a parlare solo di quello?

Prendi ad esempio i siti femministi: chiusi nel loro schema di pensiero vedono tutto in negativo come se ci fosse una cospirazione globale. Sono ridicoli nella loro terminologia e sopratutto deviati da una cospicua summa di persone che per i più svariati motivi ha sofferto sicuramente delle tragedie personali o delle forti delusioni.

Gente cosi affonda da sola. Con il tempo. Perchè a furia di dire cretinate prima o poi ne diranno una talmente grossa che sara la goccia che fara traboccare il vaso.
(vedi manifestazione sulla violenza delle donne in cui sono stati cacciati gli uomini, vedi la propaganda di O.T.)

Comunque critiche a parte ho molto aprezzato il tuo articolo. Decisamente direi che si commenta da solo. Un'altro piccolo sopruso e privilegio. Un altro sassolino nella coscienza maschile collettiva. Io aspetto fiducioso.

Attila ha detto...

@Vargan: Critiche fatte in buona fede e in modo costruttivo da chi è sulla stessa barca non sono da buttare. Non so dove ti riferisci al fatto che io commetterei lo stesso errore delle femministe, forse sarà per il fatto che a volte uso toni un pò accesi, questo è vero, ma rimane il fatto che questo blog non è certamente un organo ufficiale della Questione Maschile nè di nessun altro movimento, e quindi ciò che scrivo è frutto solo e soltanto del mio pensiero e, quindi, non certamente qualcosa di delegato dal variegato movimento per la questione maschile. Come hai potuto vedere, mi occupo anche di altro. Non è certo mio auspicio la nascita di un partito antifemminista,mai sognato! tuttavia quante più persone accedono alla verità meglio è e per fare ciò occorrerebbe un coinvolgimento mediatico e ciò è possibile solo e soltanto se si riesce a sensibilizzare un piccolo ma bipartisan fronte politico. Perchè sono loro che comandano. Solo così può nascere un accreditato movimento antagonista d'opinione, come da te e da me auspcato.

Carlo Zijno ha detto...

piccola comunicazione OT:

Attila, ho appena inserito questo blog nel mio nuovo sito http://qmp.slinkset.com/ (feed aggregator & social editor per la QM)come fonte aggregata permanente.

Nel caso tu preferisca essere disaggregato, non devi far altro che comunicarmelo e provvederò immediatamente.

Carlo
http://metromaschile.blogspot.com/

Attila ha detto...

Grazie Carlo, mi fa molto piacere essere aggrgato, non ti preoccupare. Verrò a dare un' occhiata. Ciao